Quanto tempo l’elfo rimane insieme ai bambini?

L’elfo arriva a casa della famiglia a cui è stato assegnato da Babbo Natale il 1 di dicembre e rimarrà con essa fino alla sera del 24 dicembre: al suo posto, il giorno 25, i bambini troveranno i regali di Natale. Molti genitori si domandano: ma è proprio necessario che vada via? I miei bambini ci rimangono male e vorrebbero continuare a giocare con lui. E se arrivasse qualche giorno prima del 1 dicembre? E se scomparisse per tornare al Polo Nord il giorno della Befana, data ufficiale che determina la fine delle vacanze di Natale italiane?

Gli elfi sono di tanti tipi …

Maschietti, femminucce, con la testa in plastica o tutti di pezza. La scelta è assolutamente personale. Vi diamo un consiglio tuttavia: per fare gli scherzi, l’elfo deve poter essere piegato per essere messo in posa. Per risolvere il problema, potere inserire un fil di ferro all’interno degli arti, scucendo e ricucendo il foro d’entrata, per fare in modo di adattarlo facilmente alle diverse pose degli scherzi.

Il Natale, sarebbe altrettando magico se durasse tutto l’anno?

La risposa a questa domanda è più che ovvia: no. Il fascino del Natale e di tutta quella suggestione che porta con sé sta anche nel fatto che è un periodo di tempo con un inizio ed una fine. C’è il tempo dell’attesa, della preparazione, dell’emozione, l’arrivo dei regali (culmine di tutto questo periodo) e la convivialità con amici e parenti, ma poi, tutto questo, finisce. Le stesse dinamiche le possiamo facilmente vedere nell’elfo: si aspetta, arriva, emoziona, riparte …

Novembre: il mese giusto per preparare i bambini all’arrivo dell’efo

Il mese di novembre, soprattutto la seconda quindicina del mese, è il momento giusto per ricominciare a parlare dell’elfo in maniera costante. E il modo migliore per farlo è leggendo loro favole ed albi illustrati che raccontano le sue avventure, la sua storia, la sua origine. Oltre al gioco in sé, ricordate che la lettura ad alta voce è uno dei più straordinari regali che potete fare ai vostri bambini: è confidenza, condivisione, vicinanza fisica