Non c’è un elfo migliore di un altro …

C’è il libro originale e c’è l’elfo che con lui è nato. Col tempo, sempre dagli stessi produttori, l’elfo si è evoluto e si è declinato in diversi modelli: tutto morbido, senza la testa di plastica, nella versione femminuccia, col vestito verde … 

Ma l’universo elfi è infinito e il volto, l’espressione, la grandezza del pupazzo è solo ed unicamente una questione di gusti personali.

Elfi con la testa in vinile ed elfi di pezza

Queste due immagini sono due modelli di elfetto che avete la possibilità di comprare online. Se avete la dote del fai da te, in rete trovate anche tutorial per realizzarlo con le vostre mani. Un elemento importante, oltre alla sua plasticità, è l’altezza del pupazzo: sarà il protagonista delle vostre coreografie di scherzetti, tenetene conto quando scegliete il modello.

Elfi anche al supermercato, occhio alla lunghezza di gambe e braccia

Fra gli elfi più accessibili a livello di prezzo, ci sono certamente quelli che non sono stati studiati come giocattoli, ma come decorazioni natalizie da posizionare un po’ ovunque a casa o nelle vetrine dei negozi. Hanno spesso volti deliziosi e non c’è niente di male a scegliere un elfo di questo tipo (prezzi sotto le 5,00 Euro presso la grande distribuzione). Se il vostro elfo semplicemente si sposterà da una mensola all’altra, giorno dopo giorno, allora anche questi elfi sono perfetti. Se dovete metterli in posa per gli scherzetti, controllate che almeno abbiano braccia e gambe abbastanza lunghe e mobili per assumere facili posizioni.

Elfi e scherzetti col cibo o con altre sostanze che potrebbero sporcarlo

Che piaccia o meno, sicuramente il bambolotto con la testa in vinile presenta il vantaggio che si riesce a ripulire velocemente, qualsiasi sia la marachella che ha combinato e rischia meno di macchiarsi e, quindi, di sciuparsi.